Indice

Fratellanza Mondiale Sangha APS è un’associazione senza finalità di lucro fondata sul servizio compassionevole e disinteressato per il progresso dell’umanità e la diffusione della consapevolezza spirituale.

Ispirata agli insegnamenti di Paramhansa Yogananda, e alla vita del grande maestro, ne prosegue la missione, con particolare enfasi riguardo al suo ideale di diffondere il movimento delle colonie di fratellanza mondiale che egli affermò essere destinato a diffondersi come un incendio, comunità intenzionali, piccole o grandi, in cui le persone possano vivere insieme una vita semplice e con alti ideali, incentrata sulla ricerca di Dio e la realizzazione del Sé.

Tutti i membri di Fratellanza Mondiale Sangha APS sono volontari in spirito di servizio altruistico che perseguono una visione spirituale, etica, non violenta, di pace e rispetto di tutti gli esseri viventi.

La nostra missione

La nostra missione è quella di diffondere gli insegnamenti di Paramhansa Yogananda e dei grandi maestri orientali sulla realizzazione del Sé, e realizzare in modo concreto l’ideale di Yogananda sulle colonie di fratellanza mondiale, portando avanti quanto già iniziato da Swami Kriyananda a partire dal 1969 con l’avvio della prima e poi delle successive comunità Ananda.

In questo periodo di grandi sfide e incertezze per l’umanità, con all’orizzonte prospettive preoccupanti per il futuro, vogliamo realizzare luoghi di pace e realizzazione universale, avviando villaggi e comunità spirituali di vita semplice e con pensiero elevato in cui le persone possano vivere insieme la ricerca di Dio e la pratica degli insegnamenti sulla Realizzazione del Sé insegnati da Yogananda e dai grandi maestri, in armonia con la natura e con tutte le sue creature.

Attraverso la realizzazione di questi luoghi e l’unione con anime affini, ci proponiamo di sostenere un cambiamento reale della coscienza umana e di contribuire a trasformare il karma planetario, attraverso la spiritualizzazione della coscienza, un cammino verso l’amore, la saggezza ed il risveglio della fraternità universale che viene dal camminare un vero sentiero spirituale che culmina nel realizzare in modo diretto e reale, e non solo filosoficamente, che tutti, in essenza, siamo figli di Dio.

Il movimento delle colonie di fratellanza mondiale

La soluzione di Paramhansa Yogananda per spiritualizzare la coscienza umana e planetaria e guidare il mondo verso la piena fioritura del Dwapara Yuga

L’ispiratore del nostro movimento e nostro guru spirituale, Paramhansa Yogananda, autore della celebre Autobiografia di uno Yogi, negli ultimi anni della sua vita terrena parlo in ogni occasione pubblica dell’ideale delle colonie di fratellanza mondiale, luoghi dove le persone potessero unirsi per conseguire una vita semplice con alti ideali basata sulla realizzazione del Sé. Riportiamo alcune parole estremamente potenti e motivanti del nostro maestro:

«Verrà il giorno in cui questo ideale si diffonderà sulla terra come un incendio incontenibile»

«Le mie parole sono impresse nell’etere, nello spirito di Dio e scuoteranno l’occidente»

«Riunitevi, voi che condividete alti ideali. Mettete in comune le vostre risorse»

«La realizzazione del Sé è venuta per unire tutte le religioni»

«Dobbiamo andare, non solo i presenti, ma migliaia di giovani dovranno andare a nord, sud, est ed ovest, dimostrando che la vita semplice con alti ideali conduce alla più elevata felicità!»

Paramhansa Yogananda

L’associazione in sette punti fondamentali

L’Associazione è apartitica e fonda la propria attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali della democrazia, della partecipazione sociale e sull’attività di volontariato e persegue le seguenti finalità:

  • la diffusione di un movimento di Fratellanza Mondiale basato sulla spiritualità, l’etica, la non violenza, la pace fra i popoli e la fraternità universale, amore verso il pianeta e tutte le sue creature, promuovendo obiettivi etici, umanitari, animalisti, vegani e antispecisti, promuovendo la cultura della legalità e della difesa non armata. Questo movimento si ispira in particolare agli insegnamenti e alla vita del grande maestro Indiano Paramhansa Yogananda, con particolare enfasi verso la realizzazione della sua visione sulle “Colonie di Fratellanza Mondiale”, che consiste nell’avviare e gestire ovunque, raccogliendo fondi e risorse mediante l’unione di persone affini e grazie all’aiuto di volontari e associati, centri spirituali, eremitaggi ( ashram ), colonie e comunità di fratellanza mondiale basate sull’amicizia, la cooperazione, pensiero elevato e vita semplice, condividendo la ricerca di Dio e degli scopi più elevati dell’esistenza umana, vivendo e praticando gli insegnamenti orientali sulla «Realizzazione del Sé» e adottando uno stile di vita silenzioso e meditativo rivolto all’amore per Dio e al servizio altruistico, non solo verso gli esseri umani ma anche verso gli animali, con atteggiamento di rispetto e tutela dell’ecosistema naturale, e applicando le prescrizioni e le osservanze dei primi due passi dell’ottuplice sentiero dello Yoga di Patanjali: non violenza ( in parole, pensieri ed opere ), sincerità, onestà e non inganno, controllo dei sensi e moderazione, non avidità nel possesso e non attaccamento, purezza, contentezza, austerità ( la capacità di accettare in modo calmo le sofferenze e le prove della vita evitando al contempo di causarne ad altri ), introspezione, studio e conoscenza di Sé, abbandono alla volontà divina. Realizzando in questi centri anche rifugi e luoghi di accoglienza per animali salvati e/o sottratti alla crudeltà;
  • la creazione di un “sangha”, termine sanscrito che indica una comunità globale di persone che da qualsiasi parte del mondo possa vivere e praticare i principi del Dharma, i precetti di giusto atteggiamento e giusta azione che trovano fondamento nell’etica e nella spiritualità, sostenendosi reciprocamente attraverso una rete di contatto basata sui siti e gli altri canali dell’associazione e mediante l’aderenza a progetti e opere di grande valore umano, etico e spirituale;
  • la diffusione dei principi della vita spirituale secondo gli insegnamenti dello yoga e della “Realizzazione del Sé”, che significa arrivare a comprendere e realizzare in modo perfetto che la nostra vera identità, la nostra natura più profonda non è l’ego, un’identità totalmente separata dagli altri, dalla natura e da Dio, ma che in essenza, come anime, siamo uniti a Dio, risvegliando così una consapevolezza vivente di unità e di fratellanza con tutte le creature sotto l’unico cielo dell’onnipresenza di Dio, ed in particolare la diffusione degli insegnamenti del Raja Yoga, del Bhakti Yoga, del Jnana Yoga, del Karma Yoga e del Kriya Yoga, insegnati dai grandi maestri orientali, e perpetuati da Sennar Karu, discepolo di Paramhansa Yogananda, e Tullia Devi Ma, discepola di Sri Sathya Sai Baba, entrambi insegnanti qualificati e spiritualmente realizzati con molti anni di pratica dello yoga, della meditazione e delle discipline spirituali orientali, e rappresentanti di questo sangha;
  • realizzare presso le proprie sedi centri per l’applicazione e l’insegnamento di discipline olistiche, che mirano al benessere completo dell’essere umano sotto ogni aspetto, fisico, mentale, emotivo e spirituale;
  • concorrere al miglioramento delle condizioni di vita, igienico-sanitarie, culturali, sociali ed economiche delle popolazioni del terzo e quarto mondo, ma in generale ovunque ci sia disagio civile, promuovendo anche l’alfabetizzazione e attività di protezione civile e di soccorso alle popolazioni sinistrate;
  • costruzione di legami tra persone e culture diverse,anche per il perseguimento dell’integrazione sociale;
  • promuovere e tutelare i diritti degli animali, e diffondere la consapevolezza del loro diritto alla vita, e al pari dell’essere umano, del loro diritto alla sicurezza, alla dignità, alla libertà, alla salute e alla felicità.

Leggi lo statuto dell’associazione

Cliccando sul pulsante in basso è possibile consultare lo statuto integrale dell’associazione.

I maestri spirituali

Paramhansa Yogananda, ispiratore del movimento delle colonie di Fratellanza Mondiale.

Paramhansa Yogananda, autore della celebre Autobiografia di uno Yogi, un libro che ha cambiato la vita e risvegliato la consapevolezza di milioni di persone in tutto il mondo, è stato il primo grande maestro orientale a trasferirsi stabilmente in occidente.

Paramhansa Yogananda appartiene al lignaggio spirituale dei maestri del Kriya Yoga, un’importante linea di maestri illuminati che sta fortemente contribuendo e contribuirà allo sviluppo della coscienza umana in quest’era e nelle successive ere del mondo.

Yogananda fu inviato dal suo Guru, lo Swami Sri Yukteswar, in America nel 1920, sotto le benedizioni di Gesù Cristo e Babaji, lo Yogi Cristico immortale della cui esistenza abbiamo letto nell’autobiografia di uno yogi di Yogananda.

La principale missione di Yogananda fu quella di dimostrale la sostanziale unità tra gli insegnamenti di ogni grande religione, particolarmente il Sanaatan Dharma, la religione eterna, il vero cuore dell’induismo, che afferma che tutto è emerso dalla coscienza di Dio e ogni cosa deve farvi ritorno, che esiste una sola realtà che è Sat-chit-Ananda, esistenza, coscienza e beatitudine, ed il Cristianesimo originale di Gesù Cristo; ma anche il Buddhismo e l’insegnamento centrale di tutte le grandi religioni il cui scopo è quello di condurre la coscienza umana oltre i limiti dell’io nell’onnipresenza divina.

Paramhansa Yogananda ha insegnato che il centro di ogni vera religione e percorso spirituale è la realizzazione del Sé, il comprendere con ogni parte di noi: spirito, mente, cuore e corpo che siamo una cosa sola con l’onnipresenza di Dio. 

Questo conseguimento corrisponde alla liberazione in vita, la dissoluzione dell’identificazione con un «io» distinto e separato, la comprensione profonda della nostra eterna identità con Dio, la coscienza cosmica.

Le colonie di fratellanza mondiale

Negli ultimi anni della sua vita ed in quasi ogni discorso pubblico il maestro parlò dei difficili tempi a venire che attendono l’umanità e dell’idea delle colonie di fratellanza mondiale, luoghi dove a contatto con la natura persone affini potessero unirsi per cercare insieme Dio in spirito di servizio e vivere una vita semplice con alti ideali.

Questo ideale, che nel 1968 ha iniziato a prendere vita grazie alle comunità Ananda fondate da Swami Kriyananda, un discepolo diretto di Yogananda, oggi necessita di essere proseguita attraverso la realizzazione di nuove comunità e villaggi di fratellanza mondiale.

Un progetto di tutti i maestri

Quest’opera è stata voluta non soltanto dal maestro Yogananda, ma è ispirata e sostenuta da tutti i i grandi maestri. Ed in modo particolare agli insegnamenti dell’avatar Sri Sathya Sai Baba e di altri grandissimi maestri del mondo come Sri Anandamayi Ma, Ramana Maharshi, Nisargadatta Maharaj e altre grandi luci.

Figure chiave dell’associazione

Sennar Karu

Sennar Karu è uno uno yogi, discepolo del grande maestro indiano Paramhansa Yogananda, autore e ricercatore spirituale. 

Autore dei libri Starseed ed Essere Uno, pubblicati da Melchisedek Edizioni, del libro OM Energia Divina, pubblicato da OM Edizioni, e dei libri Il divino soccorso ed Il reiki della nuova energia pubblicati indipendentemente.

Ha tenuto centinaia di conferenze e seminari incontrando negli anni migliaia di persone provenienti da tutto il mondo.

Srī Parvati Tullia Devi Ma

Tullia Parvati Turazzi Devi Ma è una yogini, discepola del grande maestro indiano Sri Sathya Sai Baba presso il cui Ashram in India a Puttaparthi ha vissuto 14 anni.

È ricercatrice e divulgatrice spirituale, autrice del libro Il giardino degli specchi, e contattista, avendo raccontato le sue particolarissime esperienze di contatto con altre realtà e dimensioni vissute nell’arco della sua vita.

ll nostro logo

Il nostro logo è stato realizzato per riflettere una visione unica. Partendo dal basso nelle aree bianche in prossimità dell’ovale più interno vediamo i simboli che rappresentano i quattro regni della natura sul nostro pianeta:

  • Il toro per rappresentare il regno animale;
  • L’albero per rappresentare il regno vegetale;
  • Il diamante per rappresentare il regno minerale;
  • la mano per rappresentare il regno umano.

Più in alto, a metà, vediamo i simboli di luna e sole che rappresentano i mondi sottili al di sopra di quello terrestre, ed all’apice alto dell’ovale vediamo i simboli delle tre principali religioni: Induismo ( Sanaatan Dharma ), Buddhismo e Cristianesimo, per simboleggiare l’unità del messaggio fondamentale di tutti i sentieri spirituali. In alto l’occhio spirituale con la stella a cinque punte, simbolo dell’ingresso della coscienza nel regno metafisico dello spirito infinito.

Nel centro del logo viene rappresentato il maestro, Paramhansa Yogananda, che simboleggia la coscienza dell’unità, dell’illuminazione, del compimento e della realizzazione del Sé.

Il sangha, la comunità spirituale

Rappresentiamo un Sangha, una comunità di ricercatori spirituali che camminano le vie del Dharma e gli insegnamenti dei maestri orientali sulla Realizzazione del Sé, con particolare enfasi verso l’advaita vedanta, e le discipline del Raja Yoga, Bhakti Yoga, Jnana Yoga, Karma Yoga e Kriya Yoga, riconoscendo tuttavia che l’insegnamento centrale di tutte le vere religioni e di tutti i sentieri spirituali è lo stesso, realizzare che nel nostro nucleo fondamentale, l’anima, siamo una sola cosa con l’onnipresenza di Dio.